Menu

Italian English French

Itinerario 3 - Colline di Levanto – Uno sguardo sul mare

3) Colline di Levanto

Uno sguardo sul mare

Con il terzo itinerario andiamo alla scoperta delle eccellenze turistiche ed eno-gastronomiche della riviera spezzina di levante comprendente i comuni di Levanto, Bonassola, Framura e Deiva Marina. Un territorio meno aspro rispetto alle vicine Cinque Terre, che delizia i visitatori sia con uno scenario costiero, in cui si alternano baie e scogliere, sia con le caratteristiche tipiche di un entroterra boschivo solcato da sentieri che guidano gli escursionisti alla scoperta delle sue ricchezze.

1° Tappa: Levanto e Bonassola

La prima tappa del nostro percorso eno-turistico è Levanto, un intreccio di fascino e contraddizioni in cui le due anime, marinara e contadino-montana, convivono da sempre. Il centro storico conserva l'impianto urbanistico originale e racchiude preziose testimonianze architettoniche fra le quali la Chiesa di Sant'Andrea e l'ex Convento degli Agostiniani. Levanto, nominata “Città Slow 2003” grazie al progetto di riqualificazione dei borghi medievali “Terra di mare”, offre al visitatore la possibilità di vivere un’esperienza di qualità facendogli scoprire le tradizioni, la cultura e i sapori locali. Da gustare, specialità di terra e di mare condite con un filo dell’ottimo olio extra vergine d’oliva D.O.P. locale, ma anche miele, pesto e dolci; il tutto accompagnato da vini bianchi e rossi D.O.C. della vallata. Fra le Az. Agr. segnaliamo Marco Bagnasco (Via Guido Semenza, 5, 19015 – Levanto), La Cantina Levantese (Via Zoppi, 11, 19015 – Levanto) e la Cooperativa Agricoltori della Vallata di Levanto (Loc. Le Ghiare, 20, 19015 – Levato).

Nelle chiare mattine si fondevano
 
dorsi di colli e cielo; sulla rena 
dei lidi era un risucchio ampio, un uguale
 
fremer di vite
una febbre del mondo; e ogni cosa
 
in sé stessa pareva consumarsi.

(Eugenio Montale – “Bonassola”)

Da Levanto sconfiniamo nella vicina Bonassola, una tranquilla località della riviera spezzina costellata da eleganti dimore e affacciata su una deliziosa conca naturale ed un piccolo golfo circondato dai promontori della “Madonnina della Punta” e “Punta del Carlino”. Il clima mite, l’aria salubre e il paesaggio, a metà fra quello montano e quello marino, regalano alla località un fascino particolare e offrono la possibilità di abbinare al soggiorno balneare escursioni nell’interno collinare. Da non sottovalutare, infatti, il fascino di perdersi fra gli stretti vicoli e le case colorate del borgo marinaro per ammirare i signorili palazzi settecenteschi testimoni di un’epoca di splendore commerciale, ma anche agrumeti, orti e limoni caratteristici della zona. Una sosta presso l’Az. Vitivinicola Valdiscalve s.a.s (Loc. Reggimonti, 19011 – Bonassola)

2° Tappa: Framura  e Deiva Marina

Esteso sul versante orientale del monte Serra, tra Bonassola e Deiva Marina, Framura è un piccolo comune sparso della riviera spezzina di Levante che si caratterizza per la presenza, da un lato, di un ambiente naturale, selvaggio e incontaminato e, dall’altro, di calette con piccole spiagge e un mare azzurro che l’hanno resa meta ideale di un turismo balneare di qualità lontano dalle spiagge affollate e vicino alla bellezza della natura e del paesaggio. Fra le attività più praticate, grazie alla fitta rete di sentieri immersi nella macchia mediterranea, troviamo le escursioni; ma anche quelle più tradizionali legate alla pesca e all’agricoltura (per lo più olivi, viti, limoni e fichi).

Fra le Aziende Agricole, Queirolo Emilio (Loc. Setta, 9, 19014 – Framura) e agriturismo Sostio a Levante (Loc. Montebello, 1, 19014 – Framura), dove regna la filosofia dell’agricoltura a Km zero “la chimica e le sue sostanze sono bandite perché il menù è deciso dalla natura”.

Ampia spiaggia sabbiosa, mare azzurro e limpido, lunghe passeggiate fra i sentieri e colli ricoperti da vigneti. Deiva Marina, meta apprezzata e ambita sia dal turismo balneare che dagli appassionati di escursionismo, punto di passaggio delle antichissime “Vie del Sale” che collegavano la costa ligure con la Pianura Padana è la tappa finale di questo percorso eno- turistico –gastronomico.

Curiosità. Invitiamo i visitatori a sconfinare nella limitrofa Val di Vara, la valle più grande dell’entroterra spezzino rinomata per le coltivazioni biologiche, i prodotti naturali ottenuti senza l’utilizzo di sostanze chimiche e le numerose aziende agrituristiche che permettono ai visitatori di gustare e degustare cibi e vini genuini. Il binomio Val di Vara-Valle del biologico inizia nel 1998 quando Varese Ligure, “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano per la qualità turistica e ambientale e uno dei “Borghi più belli d''Italia”,  è il primo comune europeo ad ottenere la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 e la registrazione Emas. Dalle verdure ai legumi, dai salumi ai formaggi, dalla frutta alle castagne, dal pane ai dolci passando per le torte salate, turisti, curiosi e autoctoni non hanno che l’imbarazzo della scelta per farsi travolgere dai sapori di questa valle immersa nel verde.

A fondo pagina una Gallery con una selezione delle eccellenze delle Colline di Levanto.

Altro in questa categoria: « 2) Versilia Il Nord Ovest Sardegna »

Vertourmer 2.0

La seconda edizione del progetto di cooperazione territoriale transfrontaliera Ver.Tour.Mer, finanziato dal P.O Italia-Francia Marittimo 2007-2013 della Comunità Europea, si caratterizza per la forte componente di innovazione tecnologica, volta ad allargare l'orizzonte del marketing territoriale attraverso l'utilizzo di tecnologie informatiche innovative che valorizzino la produzione delle eccellenze dei territori, non solo vitivinicole ma anche eno-gastronomiche.

        

        

Log In or Register